Browsing Tag:

farina integrale

MUFFINS & Co./ PANE E LIEVITATI

Brioche integrali agli Albumi, con Noci e Crema spalmabile al Cioccolato

 

Devi amare quello che fai. Ogni dolce ha la sua storia: la persona per cui lo prepari, i sentimenti che provi mentre lo prepari… ogni cosa entra nelle mani e mentre impasti pensi con le mani, ami con le mani e crei con le mani.”

Cit. Alessandro D’Avenia

 

Mi ritrovo pienamente in queste parole. Quando si crea qualcosa con le proprie mani, ci si immerge totalmente, e ci si mette tutto l’impegno e l’amore che in quel momento si prova. Come nelle altre forme d’arte, anche nella cucina ci vuole ispirazione, e questa ci viene il più delle volte data dalle persone che amiamo e dai nostri sentimenti in quel preciso imstante.

È così che,  quando sono ispirata, provo ricette nuove, e queste riescono così bene che mi stupisco e mi compiaccio. Che soddisfazione vedere i bimbi che chiedono il bis.

 

Queste brioches hanno gli albumi nell’impasto, le noci, lo zucchero integrale di cocco. La farina è per lo più integrale, e il ripieno goloso di Nocciolata Rigoni di Asiago. Sono soffici, e restano morbide anche i giorni seguenti, ma io vi consiglio comunque di scaldarle un pochino per gustare al meglio.

Buona merenda!

La Ricetta…

Continue Reading…

LIEVITO MADRE/ PANE E LIEVITATI

Piata di Issogne – Pane dolce rustico con uvetta e mele, versione leggera con albumi e olio

L’autunno ha preso il sopravvento, ragazzi. Ma alla fine,  Ottobre è il mese giusto per tirare fuori le coperte più spesse e i maglioni più pesanti!

Anche in cucina si traduce la voglia di calore e relax in preparazioni più complesse e ricche.

Oggi vi voglio parlare di un pane dolce rustico della tradizione locale. Si chiama “Piata” ed è tipico della mia zona della bassa Valle d’Aosta e più precisamente del vicino paese di Issogne.

La mia versione “light” di questo pane prevede tra gli ingredienti principali Lievito madre, albumi e olio, al posto del burro che tradizionalmente abbonda nella preparazione classica. Il ripieno prevede uvetta e noci, mentre sulla superficie sono sistemate in fila fettine di mela ricoperte di zucchero.

Prossima volta proverò con il burro, ma per oggi eccovi la ricetta un po’ più  leggera…

Buon Week end!

 

La Ricetta…

Continue Reading…

Galette/ TORTE

Galette Integrale con Albicocche fresche e Marmellata

L’estate ci offre infiniti prodotti della terra. La frutta maturata al sole, colorata e succosa,  è la più dolce. E oltre a consumarla fresca appena raccolta, o servirla in macedonia, possiamo utilizzarla per i nostri dessert, che diventano più colorati che mai.

Io adoro le albicocche. Dal frutto in sé, alla marmellata, ai dolci che ne contengono…

E il dolce che vi propongo oggi a me piace davvero un sacco, perché è rustico e sa di casa, di vacanza estiva a casa della nonna… E poi  è semplicissimo da fare. La base è una brisée integrale senza tuorlo che potete preparare in anticipo, anche la sera prima di andare a nanna. Lasciatela riposare in frigo, e il giorno seguente per la colazione o per il dopo pranzo, in pochi minuti potrete infornare un dessert delizioso da portare in tavola.

Io l’ho infornata nelle prime ore del mattino, in modo da non scaldare troppo la casa. Bastano 20 minuti di cottura. Se siete temerari e non avete paura di accendere il forno, provatela.

A presto!

 

La Ricetta…

Continue Reading…

LIEVITO MADRE/ PANE E LIEVITATI

Panini alle Noci con lievito madre

Profumo di pane nell’aria…

Sabato 14 ottobre i forni di villaggi di circa 50 Comuni della Valle d’Aosta si accendono per cuocere il tradizionale pane nero in occasione della seconda edizione della Festa “Lo pan ner”.

Trovate le iniziative sul sito http://www.lopanner.com/2017vda/ cliccando sui pallini rossi corrispondenti alle varie località coinvolte nell’evento.

Molti villaggi della Valle d’Aosta sono provvisti di almeno un forno comunitario, dove in passato le famiglie cuocevano a turno il pane di segale, di solito una volta all’anno, per farne scorta per l’inverno. Il pane della tradizione è un pane semplice, fatto di frumento e di segale poco lievitato, adatto all’alimentazione delle famiglie che per molti mesi dell’anno si trovavano nell’isolamento invernale. Il tradizionale pane nero veniva a volte arricchito con noci, castagne e frutta secca. Consumato fresco ha una fragranza deliziosa, ma un tempo veniva conservato su apposite rastrelliere in legno dette “ratelë” anche per mesi, dove asciugava bene, senza ammuffire. Per spezzare questo pane ormai secco, occorreva un apposito strumento, un tagliere con lama incorporata chiamato proprio “copapan” (taglia pane). Per consumarlo veniva fatto rinvenire nel brodo o nel latte caldo, o nel vino come succedeva per la “zuppa dell’asino” di cui vi avevo parlato qui.

Insomma, la festa del pane richiama tradizioni che è bene non dimenticare. Oggi noi saremo a Machaby con i bambini delle scuole per riportare alla memoria proprio questa usanza.

E per la festa del pane, non potevamo non preparare anche noi qualcosa…
La Ricetta…

Continue Reading…

CONSIGLIA Pasticcini di frolla montata