TO DRINK!

Caffè alla valdostana e la 1015^ Foire de Saint’Ours

Anche quest’anno ci saremo.
Alla 1015^ edizione della millenaria fiera dell’artigianato tipico valdostano, la Fiera di Sant’Orso, che si terrà il 30 e il 31 gennaio ad Aosta.
Chi mi segue, già l’anno scorso  aveva avuto modo di scoprire un pochino di cosa si tratta…

 

Per farvi un’idea, ecco alcuni articoli tradizionali esposti all’edizione in versione “ridotta” che viene organizzata nel comune di Donnas (AO), in bassa Valle, che si è svolta il 18 gennaio scorso.

Se siete della zona (ma anche un po’ più distanti, quest’anno cadrà tra venerdì e sabato, e potrete approfittarne per visitare la nostra regione per un week end!) non potete perderla.
Le previsioni del tempo sono migliorate decisamente, e per fortuna non sono previste precipitazioni.
Potrete ammirare opere di quasi 1200 artigiani, in legno, pietra, rame e ferro battuto.
Non mancano mai giocattoli della tradizione e arnesi della vita rurale, quali cestini di ogni tipo, calzature (Sabot), mestoli, cucchiai, rastrelli…. che vengono esposti per due giorni, a partire dalle prime ore dell’alba, così come avveniva nel Medioevo e da ormai 1015 anni.

Per saperne di più… qui

L’aria caratteristica di questi giorni di festa è accompagnata dal freddo: ricordatevi di vestirvi pesanti… questi sono i giorni più freddi dell’anno, i cosiddetti Giorni della Merla.
Ma non preoccupatevi, ci si scalda. Vendono allestiti numerosi stand enogastronomici a cui rifocillarsi, tra pane e lardo, salumi, polenta e spezzatino, frittelle d mele…
E poi c’è la Veillà, che ha inizio la sera del venerdì e si protrae per tutta la notte nel centro storico della città, dove nei locali e nelle cantine aperte si può degustare dell’ottimo vino, tra canti e balli popolari.
Un’altra bevanda che non manca mai alla fiera è il Caffè alla Valdostana. Un caffè “corretto” che profuma di agrumi e riscalda gli animi, da sorseggiare esclusvamente nella tipica grolla in legno, cosiddetta Grolla dell’amicizia! Simbolo di convivialità e condivisione, viene intagliata in legno di noce o acero, essenze che conferiscono al caffè un sapore particolare, e che hanno la caratteristica di resistere al calore senza creparsi.

 

 
Vi lascio la Ricetta… e vi aspetto alla Fiera! Santé!
Ingredienti:
 per 4 persone– 4 tazze di caffè bollente (fatto con la caffettiera tradizionale)

– 4 bicchierini di grappa (50°-60°)
– 1 bicchierino di Génépy (liquore tradizionale valdostano – se non l’avete potete usare il Cointreau o il punch, ma ovviamente non sarà la stessa cosa…)
– scorza d’arancia e di limone a piacere (a me non piace abbondare)
– 8/10 cucchiaini di zucchero
Procedimento:
Versate i 3 bicchierini di grappa nella grolla, aggiungete le scorze di limone e di arancio, 8 cucchiaini di zucchero e il Génépy.
Cospargere con il restante zucchero il bordo della grolla e sui suoi beccucci.

Quando il caffè è pronto, versatelo ancora bollente nella grolla e girate con un cucchiaio di legno per far sciogliere lo zucchero.
Usate il restante bicchierino di grappa per bagnare lo zucchero cosparso sul bordo della grolla, e dategli fuoco con un fiammifero (attenzione…).
In questo modo lo zucchero caramellerà bruciando l’alcool contenuto nella grappa.
Dopo qualche secondo, soffocare la fiamma con il coperchio della grolla.

Sorseggiare à la ronde! (a turno, in amicizia, bevendo dai beccucci), tappando con i pollici i beccucci adiacenti a quello da cui si beve, e passandosi la coppa senza mai appoggiarla sul tavolo fino a quando tutta la bevanda non sia finita… 🙂

You Might Also Like

20 Comments

  • Reply
    andreea manoliu
    29 gennaio 2015 at 9:38

    Grazie del invito, ma non è alla portata di mano. Mi è un pò difficile da raggiungere, visto che il tempo non basta mai. Sicuramente è una bella Fiera e si trovano delle belle cose e poi, con questo caffè che hai presentato, sicuramente la fiera è assicurata. Buona giornata !

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 8:54

      A parte il freddo… È stata una bella fiera!!! Buona domenica!

  • Reply
    Angela Dolcinboutique
    29 gennaio 2015 at 10:51

    Ciao Erika! Era da un pò che non passavo ma quest'inverno sono quasi andata in letargo….diciamo così :). Deve essere davvero una fiera interessantissima, quanto vorrei riuscire prima o poi a fare un giretto dalle tue parti, non sono mai stata in Val d'Aosta :(. E con il freddo di questi giorni un caffè così bello inteso ci sta tutto! Bacioni, Angela

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:04

      Carissima, ho notato che sei stata un po'assente ma guarda c'è sempre un tal da fare, ci vorrebbero giornate da 48 ore almeno… Dai magari il prossimo anno riesci ad organizzare, la fiera è davvero caratteristica… Io sono di nuovo ammalata ma a parte questo è andata bene! Un abbraccio e a presto cara

  • Reply
    Polvere di Riso
    29 gennaio 2015 at 12:21

    se potessi correrei a vedere la Fiera, deve essere stupenda…un incanto!!! come questo caffè che riscalda il cuore :-*

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:10

      La fiera è davvero caratteristica, con la neve ancora di più! Alla fine non davano precipitazioni e invece ha nevicato… Davvero molto bello, peccato per la febbre che mi è di nuovo salita… 🙁

  • Reply
    LisaG
    29 gennaio 2015 at 13:44

    De'essere davvero una fiera bellissima, peccato essere così lontana. Il caffè alla valdostana, bevuto nella grolla invece la conosco benissimo. Ne ho bevuto a litri nelle settimane bianche trascorse a Courmayeur . . .mamma mia quanti anni sono passati.
    tanti baci Erika

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:12

      Sono contenta di averti fatto ricordare dei momenti felici, grazie Lisa. La fiera è davvero bella, devi venire una volta! Bacioni e scusa l'assenza di questo periodo…

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    29 gennaio 2015 at 14:41

    CHE BELLA FIERA, FOSSI UN PO' PIU' VICINO, MANNAGGIA……….RICETTA MOLTO INTERESSANTE, BRAVA!!!!!BACI SABRY

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:47

      Ciao Sabry!! Grazie mille! Un bacione e scusa se sono un po'assente… A presto!

  • Reply
    paola
    29 gennaio 2015 at 17:31

    mi piacerebbe tanto ma purtroppo non posso,ottimo il tuo caffè per questi giorni freddi,riscalda il cuore,un bacio

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:48

      Ciao cara Paola! Si questo caffè aiuta a riscaldarsi… Un bacione a te!

  • Reply
    Tamara - Bake Therapy
    29 gennaio 2015 at 20:06

    Deve essere davvero molto bella! Peccato non poter venire!
    Mi consolo con il tuo caffè!
    Tamara

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 9:49

      Tamara scusami sono davvero vergognosa devo ancora risponderti… Spero di riprendere il ritmo… A presto cara!

  • Reply
    Chiara Giglio
    29 gennaio 2015 at 22:19

    ho comperato la grolla durante una vacanza in Valle e devo dire che a casa non l'ho ancora usata, grazie per le spiegazioni, la userò anche io !

  • Reply
    Elisa Cilento
    30 gennaio 2015 at 14:07

    Che carina questa fiera! Sai che fino a poco tempo fa avevo una grolla in casa, ma non ho mai provato a fare la ricetta originale…

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 19:25

      La fiera è molto bella, quest'anno c'è stato record di affluenza… Provala se ti va e mi dirai! Ciao!

  • Reply
    La cucina di Esme
    31 gennaio 2015 at 15:52

    che peccato essere così lontane come mi piacerebbe poter venire a questa fiera! magari il prossimo anno!
    baci e buon we
    Alice

    • Reply
      giochidizucchero
      1 febbraio 2015 at 19:40

      Ma dai organizza per il prossimo anno magari riesci a ritagliarti un week end! Ti abbraccio

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Cinzia Fumagalli vince Top Chef Cup -La Rivincita